PostHeaderIcon PLANTARI/SOLETTE PROPRIOCETTIVE

Il piede rappresenta un organo fondamentale del corpo umano, sia per l’azione biomeccanica che svolge, sia per la funzione di recettore neuro-sensoriale determinante per l’equilibrio e per l’intero sistema posturale.
L’appoggio non corretto del piede incide negativamente sull’attività motoria e neuro-sensoriale ed induce il nostro corpo ad assumere un atteggiamento sbagliato e si determina un disarmonico sviluppo osteo-muscolare. Quando occorre è giusto avvalersi di ortesi plantari ben progettati e ben realizzati.
La stimolazione estero-propriocettiva della pianta del piede innesca numerosi riflessi, sia monosinaptici diretti alla muscolatura intrinseca, sia polisinaptici, diretti a tutto il soma. La stimolazione dei recettori plantari attraverso un plantare/soletta propriocettiva con dissipatori energetici del Prof. Dr. Antonio Pacilio determina una modifica dell’attività dei muscoli tonico posturali (muscoli a comando sottocorticale).

La stimolazione propriocettiva è da considerarsi come un'informazione ambientale per il sistema somato-sensoriale periferico. La soletta propriocettiva permette, mediante una regolazione della risposta recettoriale, un riequilibrio del piede e del sistema di controllo posturale. Essa agisce attraverso una riorganizzazione del processo a livello neurologico e quindi non solo ricercando una correzione meccanica. In particolare la stimolazione dei meccanorecettori propriocettivi fusi neuromuscolari ed organi neuro tendinei di Golgi), consente in modo fisiologico un controllo continuo dell’informazione posturale. La stimolazione mette in gioco gli impulsi miotonici (riflesso miotatico diretto ed indiretto) con riequilibrio del sistema di controllo posturale. Le solette propriocettive con disiipatori energetici determinano quindi una stimolazione sensoriale riflessa dei muscoli intrinseci del piede e quindi di tutta la catena muscolo-connettivale corrispondente, con modulazione del tono dei muscoli stessi e delle tensioni delle fascie e dei legamenti mesenchimali. Si ha, quindi, un recupero e una regressione di tutte le alterazioni posturali ascendenti. La stimolazione propriocettiva plantare permette una riarmonizzazione globale attraverso il recupero del tono della catena muscolo-connettivale trattata e la normalizzazione delle afferenze recettoriali da essa provenienti con riequilibrio del sistema di controllo posturale.  Le nostre solette propriocettive, realizzate con una innovativa tecnica del Prof. Dr. Antonio Pacilio e con dei nuovi materiali ci permette di avere degli ottimi risultati.